La Befana di cent'anni fa portò a Marassi un dimesso Real Madrid - Fondazione Genoa 1893

La Befana di cent’anni fa portò a Marassi un dimesso Real Madrid

La Befana di cent’anni fa portò a Marassi un dimesso Real Madrid

genoa real madrid

Esattamente cento anni fa quella che è stata giudicata «la squadra più forte al mondo del XX
secolo» fece la prima delle sue due apparizioni a Genova. Pur non godendo della fama di squadra
vincitrice delle prime quattro edizioni della Coppa dei Campioni, che la accompagnò nella sua
seconda esibizione nella «Superba», quando nella «notturna» di mercoledì 16 settembre 1959 al
“Luigi Ferraris” si impose per 4-0 sulla Sampdoria, la formazione del Real Madrid, giunta
all’ultima delle sue cinque tappe della tournée natalizia in Italia, richiamò il giorno dell’Epifania
1921 un gran numero di spettatori per vederla sul «ground» Marassi sfidare in un incontro
amichevole un Genoa in «crisi d’identità», che nella prima parte dell’abbordabilissimo Girone
Eliminatorio Ligure aveva messo insieme una vittoria, due pareggi e tre sconfitte. Gli insuccessi
– tre sconfitte e una vittoria – dei madrilisti (vedasi nota in calce al tabellino dell’incontro!) nelle
precedenti partite in Italia erano stati motivati con la pesantezza dei terreni di gioco tipica
dell’inverno, che sfavoriva il «tiki-taka ante litteram» dei calciatori spagnoli, che, però, pur
trovando a Genova un campo in ottime condizioni, non riuscirono ad imporre il proprio gioco
agli avversari e finirono con lo stare sulla difensiva per tutta la partita, con il risultato
dell’incontro amichevole già «orientato» a favore dei padroni di casa dopo un quarto d’ora (al 5’
Angelo «Balletta» Dellacasa I aveva ribadito in rete un tiro di Leone Marino Scotti non
trattenuto dal portiere avversario e poi, nel giro di un minuto, tra il 14’ e il 15’, Ottavio Barbieri
ed Augusto Bergamino I avevano realizzato altre due reti). Leggendo le formazioni pubblicate
dai giornali dell’epoca, che non nascosero la delusione provata nel vedere all’opera la compagine
castigliana, incapace di costruire azioni pericolose nel corso dell’incontro, si può ipotizzare che il
Genoa nel primo tempo (visto che, in un calcio in cui sui retri delle maglie non erano cuciti i
numeri, i primi delle linee dei terzini, mediani ed attaccanti ad essere citati sui giornali furono
quelli che agivano sulla sinistra) abbia attaccato verso la porta che adesso ha dietro la Gradinata
Nord e all’epoca la staccionata che divideva il terreno della formazione rossoblù da quello, posto
perpendicolarmente, dei rivali dell’Andrea Doria, e si nota – come sottolineato dai resoconti –
che nel ruolo di mezzala sinistra aveva agito Renzo «il figlio di Dio» De Vecchi, provato
nell’occasione con esiti non soddisfacenti – a differenza di quanto sarebbe poi accaduto nel resto
del Campionato, concluso in maniera accettabile dal Genoa (eliminato in uno dei quattro Gironi
di Semifinale dell’Italia Settentrionale dal Bologna) – dall’allenatore inglese «Mister» William
Thomas «Billy» Garbutt nel ruolo che il capitano del Genoa e della Nazionale Italiana
prediligeva, ma in cui non esprimeva – a differenza di quello di terzino sinistro – il meglio di sé.
La ripresa procedette sulla falsariga del primo tempo con i padroni di casa (tra le cui fila i
migliori furono Ettore Leale, Barbieri, Dellacasa I e Bergamino I) sempre all’attacco e a segno al
14’ con la più bella realizzazione di giornata, ad opera di Dellacasa I (a cui sarebbe stata
annullata una rete, segnata con Scotti in posizione di fuorigioco «attivo», una decina di minuti
dopo), a coronamento di un’azione iniziata da De Vecchi e rifinita da Scotti, e al 43’ con un
colpo di testa di Edoardo «Dino» Mariani.

Genova, giovedì 6 gennaio 1921, Stadio “Campo del Genoa”, ore 15,05
Genoa-Real Madrid 5-0 [Incontro amichevole]
Spettetori; diecimila circa
Arbitro: Olivari [Genova]
Marcatori: nel 1° tempo al 5’ Dellacasa I, al 14’ O. Barbieri, al 15’ Bergamino I; nel 2° tempo al
14’ Dellacasa I, al 43’ Ed. Mariani
Genoa: I. Ricci; Braga, C. Ferrari I; O. Barbieri, Bergamino II, Leale; Ed. Mariani, Dellacasa I,
L. M. Scotti, R. De Vecchi, Bergamino I. Allenatore: Garbutt

Real Madrid: P. Hernandez; Coronado, Manzanedo; Peris, Escalera, Monjardin; Unanue, De
Miguel, González, Sicilia, Torrado, Del Campo. Allenatore: De Cárcer

Nota: quinta ed ultima partita della tournée italiana della formazione spagnola, sconfitta nei
primi tre incontri (1-4 a Torino da una Selezione Torinese venerdì 24 dicembre 1920, 0-3 a
Bologna dal Bologna domenica 26 dicembre 1920, 0-2 a Livorno dal Livorno sabato 1° gennaio
1921) e vittoriosa (4-1 a Bologna contro il Nazionale Emilia lunedì 3 gennaio 1921) nel quarto.

 

Stefano Massa
(membro del Comitato Storico Scientifico del Museo della Storia del Genoa)