Torino-Genoa al Genoa Museum!

Torino-Genoa al Genoa Museum!

Vi aspettiamo domenica 2 dicembre 2018 ore 15 per tifare insieme il nostro amato Grifone!

I posti a sedere sono 64, chiamaci al numero 010-59.59.709, oppure manda una mail all’indirizzo info@fondazionegenoa.com.

Prezzi di ingresso: 5 euro tariffa intera, 3 euro per i titolari di abbonamenti del Grifone.

Come tutte le domeniche il Museo è visitabile a partire dalle ore 10/18 (ultimo ingresso).

E’ consigliata la prenotazione. Prenota il tuo posto!

_________________________________________________

L’incontro Genoa-Torino di domenica 23 maggio 1915 per ordine della Federazione Italiana Giuoco del Calcio, conseguente alla mobilitazione generale delle forze armate nazionali (l’Italia sarebbe entrata nella Grande Guerra l’indomani), non venne disputato, come l’altro – Milan-Internazionale – valevole per la VI ed ultima giornata del Girone Finale dell’Italia Settentrionale. Al capolista Genoa, fino a quel momento sempre vittorioso nei dieci precedenti incontri casalinghi di quel campionato, sarebbe bastato un pareggio per terminare in testa il girone, mentre una sconfitta lo avrebbe costretto a spareggiare con i granata e, in caso di vittoria dell’Internazionale nel derby di Milano, anche con i neroazzurri. La formazione primatista tra quelle settentrionali avrebbe poi dovuto affrontare nelle Finali nazionali quella che avesse prevalso nell’ambito centro-meridionale. La differenza di valori tra le squadre dell’Italia settentrionale e quelle centro-meridionali era stata evidenziata da quando l’accesso al massimo campionato era stato esteso alla Toscana, al Lazio e alla Campania (la Lazio era stata sconfitta a Genova nella Finale unica del 1912/1913 per 0-6 dalla Pro Vercelli e in trasferta per 1-7 e in casa per 0-2 nelle due Finali del 1913/1914 dal Casale). In considerazione di tale divario di valore sportivo, del fatto che al completamento del Campionato dell’Italia Settentrionale mancava una giornata e a quello dell’Italia Centro-Meridionale tre (dovevano essere ancora disputati lo spareggio dell’Eliminatoria Campana tra Internazionale Napoli e Naples e le due finali tra le vincitrici zonali del Centro – la Lazio – e del Meridione – la vincente dello spareggio tra le due formazioni partenopee –) e della situazione di emergenza che si era venuta a determinare sei anni prima, nel 1921 in maniera definitiva, dopo averlo fatto nel 1919 in prima istanza, quando il Torino e l’Internazionale di Milano avevano presentato dei ricorsi contro tale decisione poi ricusati, la Federazione Italiana Giuoco del Calcio decise di assegnare al Genoa, squadra in testa al Girone Finale dell’Italia Settentrionale del Campionato 1914/1915 al momento della sua interruzione per motivi bellici, il titolo nazionale.

L’incontro n. 76, che statisticamente viene considerato perso del Genoa, era terminato alla fine dei tempi regolamentari e di quelli supplementari con il risultato di 1-1 (pertanto nelle reti fatte e subite dal Genoa vengono conteggiate a parte quelle della serie dei calci di rigore)

 

Il bilancio del Genoa negli incontri in trasferta con il Torino
Partite Vittorie Pareggi Sconfitte Reti fatte Reti subite
67 10 19 37 76 147

 

Il Genoa ha affrontato in trasferta il Torino in sessantasette occasioni, che vanno così suddivise: cinquantasette incontri nella massima serie, sei di Serie B, uno di Campionato Alta Italia e tre di Coppa Italia. Il bilancio è favorevole in tutte le tipologie al Torino: nella massima serie trentuno vittorie, sedici pareggi e dieci sconfitte, 124 reti segnate e 68 subite; in Serie B ha vinto quattro partite e ne ha pareggiate due, segnando 12 reti e subendone 6; nel Campionato Alta Italia 1944 l’unico incontro è stato vinto 7-1 dal Torino FIAT; in Coppa Italia i granata hanno ottenuto due vittorie e un pareggio, con 4 reti segnate e 1 subita.

 

Il bilancio del Genoa negli incontri in casa con il Torino
Partite Vittorie Pareggi Sconfitte Reti fatte Reti subite
66 32 22 (23 – 1) 12 (11 + 1) 117 + 2* 73 + 5*

 

Il Genoa ha affrontato in casa il Torino in sessantasei occasioni (una volta a San Gottardo e sessantacinque volte a Marassi), che vanno così suddivise: cinquantasei incontri nella massima serie, sei in Serie B, uno nel Campionato Alta Italia e tre in Coppa Italia. In campionato il bilancio è favorevole ai rossoblù che hanno vinto a livello di massima serie ventotto partite, ne hanno pareggiate diciotto e perse dieci, segnando 99 reti ed incassandone 60, e a livello di Serie B hanno vinto quattro partite e ne hanno pareggiate due, segnando 10 reti e subendone 4; nel Campionato Alta Italia 1944 l’unico incontro disputato è terminato 4-4; in Coppa Italia prevale il Torino che ha ottenuto due vittorie (di cui una ai calci di rigore) ed un pareggio, con 5 reti (+ 5 ai calci di rigore) segnate e 4 (+ 2 ai calci di rigore) subite.

 

Il bilancio complessivo del Genoa negli incontri con il Torino
Partite Vittorie Pareggi Sconfitte Reti fatte Reti subite
133 42 41 (42 – 1) 50 (49 + 1) 193 + 2* 220 + 5*

 

Il Genoa ha complessivamente affrontato il Torino in centotrentatré occasioni, che vanno così suddivise: centotredici incontri nella massima serie, dodici in Serie B, due nel Campionato Alta Italia 1944 e sei in Coppa Italia. Il bilancio è favorevole in tutte le tipologie al Torino: in Campionato a livello complessivo, in virtù dei risultati ottenuti dai granata nella massima serie (quarantuno vittorie, trentaquattro pareggi e trentotto sconfitte, con 184 reti segnate e 167 subite), visto che a livello di Serie B il bilancio è di perfetta parità con quattro vittorie, quattro pareggi e 16 reti segnate per parte; nel Campionato Alta Italia 1944 con una vittoria e un pareggio e 11 reti segnate e 5 subite; in Coppa Italia con quattro vittorie (di cui una ai calci di rigore) e due pareggi, con 9 reti (+ 5 ai calci di rigore) segnate e 5 (+ 2 ai calci di rigore) subite.

Genoa e il Torino e le sue antecedenti